giovedì 25 febbraio 2010

Un colpo di genio

Il buon Giovanardi, parlamentare del PDL nonchè neo paladino della purezza delle Casta, aveva avuto un'idea grandiosa: sottoporre deputati e senatori al test antidroga. Ma il rischio di sputtanare mezzo parlamento era troppo alto, percio' aveva aggiunto una piccola clausola, alla sua proposta: il test sara' volontario (non obbligatorio) e, soprattutto, anonimo. "un atto di responsabilità", l'aveva definito Casini, che nella scorsa legislatura aveva presentato un progetto di legge per il test obbligatorio, bocciato dal Parlamento.
Ben 232 parlamentari hanno risposto all'appello e circa 170 hanno dato il consenso per la publbicazione dei risultati: tutti negativi.
Degli altri 50, alcuni non hanno ritirato l'esito, altri non hanno dato il consenso, ma la cosa piu' interessante è che, tra questi 50, uno è risultato positivo.
Ora, la prima reazione è: ma chi è 'sto fesso che si sottopone al test per farsi trovare positivo?

Io credo invece che costui sia stato un genio: protetto dall'anonimato, ha pensato bene di invalidare tutta la strombazzante parata pensata da Giovanardi. Un test positivo invalida tutto il test, stende un'ombra su questi residui 50 parlamentari rendendo palese l'inutilità dell'iniziativa e, soprattutto, l'ipocrisia di questa scelta.

Ma quando i nostri dipendenti parlamentari impareranno che non possono prendersi beffe di noi? se vogliono dimostrare la loro serietà e la loro onestà, facciano i seri e gli onesti, basta con queste manfrine, che non fanno altro che buttare fango nel ventilatore per far diventare fango ogni cosa.

Io ringrazio ufficialmente questo "fesso" positivo, perchè ha reso evidente, una volta di piu', se ce ne fosse ancora bisogno, l'inadeguatezza di questa classe politica.


2 commenti:

Leo ha detto...

beh, Morgàn à SànRemo no perché si fà di cocà perché il fesso hà deciso che erà scàndàlo...il fesso in pàrlàmento si perché sono gli elettori che hànno detto che è giusto così!

Diana ha detto...

Giovanardi è patetico! Ciao, Fabio!