lunedì 8 marzo 2010

Se perdo, si rigioca la partita

E se ... il TAR riammettesse la lista PDL in Lazio, sulla base del Decreto "Salvaliste" di Berlusconi?
E se ... la Bonino vincesse e la Polverini, di conseguenza, perdesse ?
E se ... il governo, scontento di questo risultato, chiedesse al parlamento di non trasformare in legge il DDL Salvaliste entro 60 giorni?
La conseguenza: bisognerebbe rifare le elezioni in Lazio !!

In altre parole: sul voto pende la spada di Damocle del gradimento del risultato: se non piace, si rifà.

Ma vi sembra possibile?


10 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

E' assurdo ma di fatto é che quel accade...

Diana ha detto...

Devo confessare che non so bene come stiano le cose, mi pare addirittura che il decreto stesso sia incostituzionale, perchè interviene in una materia regolata dalle regioni...boh...
Ciao, Fabio!
Diana

Fabio ha detto...

Forse il problema non si porra', visto che il TAR non ha riammesso la lista, pero' tutta la materia e' terribilmente complicata e si presta a ricorsi e contro ricorsi. E secondo me, qualunque sara' il risultato, c'e' il rischio dell'annullamento e della ripetizione ...
ciao a tutti e grazie

Anonimo ha detto...

Nel frattempo tra un avvelenamento, un' intercettazione, un sondaggio e una censura....devo denunciare per l'ennesima volta che all'estero ci tagliano tutti fuori.
Io non so in Italia, ma qui non si vede una sola tribuna politica, una trasmissione di approfondimento...nulla di nulla. Solo vecchi film. Il tg 3 non va in onda MAI e non arrivano nemmeno piu' i depliants dei candidati per posta. Nulla di nulla! Per gli USA in Italia non si vota. Si censura solamente. Saro' ripetitiva ma qualcuno prima o poi dovra' accorgersene. Il mio voto, non arriva per disguido o lo sta utilizzando qualcun altro? E poi chi votiamo se non sappiamo nemmeno chi? Per cosa? dove e quando?
Manuela

Fabio ha detto...

Ciao Manu, ben tornata.
Naturalmente quindi non avrai sentito parlare di De Girolamo (PdL), il senatore eletto all'estero (Europa) con i voi falsi che la 'ndrangheta gli ha procurato: intercettava le schede prima che arrivassero ai destinatari e le votava al posto dei cittadini all'estero, che quindi non hanno mai ricevuto quelle schede. Smascherato, De Girolamo si e' dimesso, ma l'indagine sta proseguendo. Non escludo che il metodo sia stato applicato in altri parti ...

Fabio ha detto...

Quanto alle tribune politiche, non si vede niente nemmeno qui: Ballaro', Anno Zero, Porta a Porta sono stati oscurati, per volere di un consiglio di amministrazione RAI nelle mani nello psiconano corruttore. Chi parla contro di lui lo fa fuori. Hai sentito delle intercettazioni di questi giorni? minacciava Innocenzi, dell'Autorità per il controllo delle telecomunicazioni perche' non riusciva a spegnere Santoro. Alla fine c'e' riuscito a spegnerlo. Non ne possiamo piu', Manuela, qui siamo ormai ricaduti nel fascismo.

Fabio ha detto...

Io sto seriamente meditando di non votare: non lo faccio per ignavia, o per menefreghismo, lo faccio come ultimo, impotente atto di protesta contro un potere che ci vuole negare e ci ha gia' negato ogni libertà di espressione, ogni possibilità di avere un'informazione obiettiva, ogni spazio di contrarietà. Cosa altro ci resta da fare?

Anonimo ha detto...

Su DiGirolamo un servizio su Rai 1. Sulle intercettazioni, nulla sto cercando di documentarmi su internet.
Se fossi in Italia, mi sarebbe gia' scesa la catena.
A dire la verita' mi e' gia' scesa anche stando qui. Ti mandero' il link su cosa sta facendo un compagno di scuola di mio figlio. Ha 12 anni.
Per il resto...ti rispondo presto. E grazie di avere pensato a me.
PS il 25!! Ti colleghi anche tu?

FabioB ha detto...

Manu, che è il 25 ?

Anonimo ha detto...

Scusa il ritardo, l'ho visto solo ora. ma te l'ho mandato su facebook, quello intendevo! :-)